Abbiamo Recuperato

28a49628729333c2ebf34f6d714c811c.jpgEcco le frasi di Carlo Ancelotti nella conferenza stampa della vigilia di Palermo-Milan: “Vogliamo tornare a vincere e lo vogliamo fare su un campo difficile come quello di Palermo. E’ anche grazie a squadre come il Palermo che questo campionato sia più competitivo ed equilibrato rispetto all’anno scorso. Fare tante vittorie consecutive come ha fatto l’Inter l’anno scorso, sarà un po’ più difficile quest’anno. Il Palermo è una squadra molto ordinata e vedremo che atteggiamento avrà nel corso della partita, anche se sarà molto importante il nostro di atteggiamento. Dopo il pareggio con il Parma abbiamo analizzato che dobbiamo avere una maggiore applicazione difensiva. Dopo sabato sera, abbiamo fatto una valutazione tutti insieme, condivisa dai giocatori. Sappiamo quello che dobbiamo fare e lo faremo, l’importante è individuare il problema e poi risolverlo. L’attacco? Non succede niente davanti, per me le occasioni le abbiamo create, per me non è importante il ruolo di chi fa gol, è importante che la squadra segni e in tutte le partite di questa stagione abbiamo segnato con facilità tranne che a Siviglia con il Betis. Il problema che abbiamo non è legato al gioco d’attacco, abbiamo tanta qualità a disposizione per il gol, abbiamo giocatori bravi nel gioco di testa come Ambrosini, nei calci piazzati come Pirlo, nella qualità come Kakà. In attacco riusciamo sempre a fare qualcosa di importante, il problema è riuscire a gestire meglio il vantaggio. Gilardino? Ha sempre avuto qualche difficoltà a inizio stagione ad entrare nella forma migliore, poi si è sempre ripreso e ha sempre fatto bene. Inzaghi? A inizio stagione è sempre prolifico, poi magari cala un po’ per caratteristiche fisiche in periodi successivi in cui invece viene fuori Gilardino. Fisicamente Alberto sta molto bene, lavora con impegno, anche se certamente il gol per un attaccante è molto importante. Il suo momento è un momento che passa, sono sempre passati per tutti gli attaccanti, come accadde a Crespo nel 2004. Ricordiamoci anche che Gilardino ha avuto un problema al menisco, risolto fortunatamente bene ma con un operazione che l’ha tenuto fuori dal campo per due mesi. Abbiamo tutti fiducia nelle potenzialità di Gilardino, va sostenuto e non è un problema per noi. Kakà? Sta bene, non ha problemi e non riposa”.

Gli altri temi: “Amauri e Miccoli sono due attaccanti con caratteristiche diverse, uno parte da lontano ed è mobile, l’altro forte nel gioco aereo, sono giocatori che abbiamo già affrontato e abbiamo anche affrontato coppie di attaccanti con queste caratteristiche. Le due punte per noi? Quando rientrerà Ronaldo e quando sarà disponibile Pato l’opzione delle due punte sarà considerata al pari dell’opzione ad una punta. Giocare con due punte cambia qualcosa nell’atteggiamento della squadra, sono meno inseriti gli inserimenti dei centrocampisti che invece ad una punta sono molto più importanti. Noi comunque sentiamo molto la partita di domani, sappiamo che è molto impegnativa, la prepareremo bene in questa vigilia e sono certo che domani faremo una partita al meglio delle nostre possibilità. La Champions? Chi è al Milan sa che il primo obiettivo è sempre la Champions League, però questo non ha impedito al Milan in questi anni di vincere anche il campionato, come ad esempio nel 2004. In Italia troviamo poi squadre abituate a difendersi, in Europa un po’ meno. Il recupero fisico dopo sabato è stato completato e ci fa bene giocare subito a Palermo. Pato? Faremo un’amichevole all’estero ma non è ancora ufficiale”. 

Abbiamo Recuperatoultima modifica: 2007-09-25T19:43:03+02:00da m4nt0
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento