Patto Laporta-Berlusconi

cc62e044c89f6844d1c29c30584a8d67.jpgIl quotidiano spagnolo “Marca” ha rivelato l’esistenza di un patto tra il presidente del Barcellona Joan Laporta e quello del Milan Silvio Berlusconi per un eventuale approdo di Ronaldinho in rossonero nel 2008. Stando a quanto riporta i media iberico, Laporta e Berlusconi si sarebbero incontrati poco tempo fa e all’ennesimo sondaggio del patron milanista per valutare la possibilità di acquistare il fuoriclasse brasiliano, Laporta avrebbe risposto più o meno così. “In questo momento è un affare che non si può fare: però ne riparliamo tra un anno – avrebbe dichiarato Laporta – Se dovessimo vendere Ronaldinho, voi sareste i primi ad essere chiamati”. In sostanza, la società catalana vorrebbe valutare in questa stagione la coesistenza dei “fantastici quattro”, Ronaldinho, Eto’o, Messi e il neo-acquisto Henry: qualora la gestione di tante stelle si rivelasse difficile, allora la dirigenza azulgrana potrebbe decidere di privarsi del più costoso dei suoi gioielli, Ronaldinho, con il Milan come interlocutore privilegiato. Del resto, il “gaucho” sta incontrando notevoli difficoltà nel rinnovo del suo contratto con il Barcellona, che da questa stagione non potrà più godere delle agevolazioni fiscali per pagarne l’ingaggio, con le tasse che saliranno dal 25 al 44%. Il tutto senza considerare che, dopo l’acquisto di Pato, il Milan non ha più la possibilità di tesserare altri extracomunitari per questa stagione e le difficoltà di Ronaldinho ad ottenere il passaporto spagnolo entro il 31 agosto contribuiscono a rinviare di dodici mesi l’assalto rossonero all’ex-pallone d’oro.

Patto Laporta-Berlusconiultima modifica: 2007-08-13T10:00:01+02:00da m4nt0
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Patto Laporta-Berlusconi

  1. Io riporto quello che mi ha detto mio cugino che ha amicizie a Milanello…secondo quanto mi ha riportato,il Milan avrebbe chiuso per dinho da almeno 6 mesi e la starebbero tirando lunga per la campagna abbonamenti degli spagnoli e per il discorso della turnè in asia…mi ha detto che ci sono voci che dicono che il dentone avrebbe già casa a Milano. Mi ha detto poi che non è normale x una società ad azionariato diffuso,quindi senza 1 presidente ricco che scuce il grano,spendere 80 mil. x la campagna abbonamenti e fare ad henry un contratto da 10 mil…..nessuna società,senza qualcuno alle spalle straricco,può permettersi questi ingaggi(sennò perchè non hanno rinnovato a ronaldinho il suo contratto?).

    Queste sono le voci da vicino Milanello…non posso dare il 100% della sicurezza…ma ci credo x un 80%

  2. sì, ma rimane il problema del passaporto. Il Milan non può tesserare un altro extracomunitario fino al 1 luglio 2008, avendo già acquistato Pato. Ricordo infatti che la stagione da considerare per i tesseramenti è quella sportiva: 1 luglio – 30 giugno. Di conseguenza, è fondamentale che R10 diventi spagnolo entro il 31 agosto, altrimenti nisba. Tra l’altro lui, se vuole diventare comunitario, deve assolutamente rimanere in Spagna fino all’ottenimento del passaporto, altrimenti per legge non potrà avere cittadinanza UE quest’anno.

    Ieri Suma ha negato categoricamente gli acquisti di Emerson e Motta. Su Ronaldinho ripete sempre le stesse cose: “non illudiamo i tifosi”.

  3. Sì vero quello del passaporto…ma da quello che mi diceva mio cugino è una cosa che si risolve in poco…non serve 1 trafila di settimane…è 1 cosa che se vuoi fare in tot giorni l’hai portata a termine…si parla di dos santos comunitario entro il 31 e tu pensi che non abbiano pensato al passaporto di dinho?
    Baptista è diventato comunitario senza che nessuno sapesse nulla..
    Con l’ultimo indiscrezione del patto laporta-berlusconi…conta che se il prox anno succede qualcosa tutti si scaglieranno contro il brasiliano visto che è stato promesso al Milan.Quindi non mi stupisco se r.de assis dichiarerà a breve qualcosa del tipo…la società se vuole vendere lo deve fare ora e non aspettare.

    Il barcellona non regge 80 mil. di campagna acquisti + un contratto da 10 mi. x henry….non ha un ricco dietro e scucire il grano.
    Nessuno ha mai detto che dinho rimarrà…l’ultima del vice-presidente è stata…”se vuole andarsene lo deve dire perchè dinho è già nella storia del barcellona”…io aspetto nuove notizie per ora non c’è stata nessuna smentita ma dei gran temporeggiamenti.
    Quindi se nessuno smentisci e si lascia sempre qualche spiraglio è perchè veramente sotto c’è qualcosa…il Milan non ha bisogno di questi mezzucci x fare gli abbonamenti.

  4. Mettiamo poi il caso che dinho fosse diventato comunitario 1 mese fà….lo sai quante squadre si sarebbero scagliate x comprarlo?…lo sai quanto ci avrebbe goduto il barcellona a fare 1 asta?
    Il milan non lo piglia a gennaio visto che salterebbe la champion’s che sarà l’obiettivo del milan x i prox anni…il campionato è acqua minerale a confronto degli entroiti della champion’s…non aspetteranno l’anno prossimo perchè ci sarà da spendere x rifondare la difesa…quindi io sono 80% fiducioso che qualcosa di rompa lì dentro e si troveranno costretti a venderlo x non far saltare in aria tutto prima ancora di iniziare…che un ex pallone d’oro non si promette da 1 anno all’altro e lo si spiattella in pubblico…queste sono miccette pronte a prendere fuoco.

Lascia un commento