Fare autocritica

2204c6f2b22b3998c0e6c6971e730b60.jpgQueste le dichiarazioni rilasciate da Clarence Seedorf ai microfoni di Milan Channel al termine della seduta di allenamento odierna presso il centro sportivo di Milanello:

“Contro il Milan Campione d’Europa tutti gli avversari in campionato si dimostrano più aggressivi, si chiudono di più. Tutta la squadra è consapevole del fatto che i gol che prendiamo sono dei regali, e adesso noi non siamo in grado di poter regalare niente. Le parole non servono più, dobbiamo solo scendere in campo uniti.
Solo tre giorni fa a Palermo abbiamo disputato una grandissima partita, ma nonostante tutto l’abbiamo persa perchè ci sono episodi che possono cambiare il risultato. Non dobbiamo ascoltare le voci che arrivano dall’esterno, noi sappiamo perfettamente cosa dobbiamo migliorare, dobbiamo fare autocritica perchè il Milan è sempre stato una squadra capace di subire, di incassare le sconfitte e di reagire facendo sempre meglio. Noi siamo un gruppo unito, dobbiamo solo concentrarci su quello che siamo e su quello che stiamo facendo, ma ripeto, molte volte i risultati sono bugiardi rispetto alle prestazioni. Solo l’essere uniti, l’autocritica e la nostra determinazione sono le condizioni fondamentali per fare meglio, tutto ciò che è fuori non ci riguarda.
Mercoledì a Glasgow mi aspetto una partita simile a quella dello scorso anno. Il Celtic è una squadra tosta, che corre molto, forse adesso hanno qualche problema a causa dell’assenza di un attaccante, ma in generale stanno bene. Noi siamo pronti per affrontarli. Forse rispetto all’anno scorso hanno capito meglio chi è il Milan e potrebbero essere più preparati. Sarà una partita dura, ma noi dobbiamo mantenere l’unione.
Non possiamo comunque nascondere nulla, in campionato non abbiamo iniziato proprio bene, ma possiamo venirne fuori al meglio facendo una critica obiettiva a noi stessi perchè siamo consapevoli di poter fare meglio. 
Il nostro è un discorso che comunque riguarda il collettivo perchè anche i giocatori che non sono scesi in campo stamattina hanno commentato la partita di ieri in maniera costruttiva, perchè per tutti è importante l’appartenenza al gruppo anche quando le cose non vanno per il verso giusto.
Il campionato comunque non influenza la Champions League e comunque, io sono qua dal 2003 e questa squadra è sempre stata competitiva in campionato negli ultimi cinque anni. La Champions è un evento speciale, ma se non iniziamo a fare bene in campionato inizierà ad essere così anche in Champions.”
 

Fare autocriticaultima modifica: 2007-10-01T21:28:23+00:00da m4nt0
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento