Guardare Avanti

aee8a5705e83c17ce1695485678b1609.jpgEcco le dichiarazioni di Carlo Ancelotti alla vigilia di Milan-Catania di domani pomeriggio a San Siro: “Guardiamo avanti, alla partita di domani con il Catania. Dobbiamo prendere le cose buone dalla partita di Palermo, abbiamo giocato bene e dobbiamo insistere su quello perchè alla fine la qualità del gioco dà risultati. La partita di Palermo è difficilmente ripetibile come risultato, quando giochi così è più facile che si vinca, non è successo, ma lo consideriamo solo un episodio negativio. Adesso iniziano a pesare l’importanza del risultato e la voglia di risalire in classifica. Questa squadra è in salute e lo dimostra, aspettiamo i risultati. Il Catania sta trovando l’assetto giusto, ha fatto un buon risultato con l’Empoli, troveremo le solite difficolta”.

Ancora il nostro allenatore: “In una stagione, durante l’anno, avere tre-quattro giocatori infortunati fa parte della normalità. Gourcuff? Sta bene, non ha problemi, nel tempo potrà essere utilizzato anche lui. La rosa c’è ed è competitiva, utilizzare questo o quel giocatore dipende dai periodi e dalla successione delle partite. Dida? Ha un problema risolvibile in una settimana e Kalac ha fatto sempre ottime partite anche l’anno scorso quando è stato utilizzato anche in Champions League. Domani dobbiamo giocare bene e vincere e credo che le due cose vadano a braccetto. Il Milan ha caratteristiche che sono legate alla qualità dei giocatori e del gioco. Il Milan non è una strada fisica e il risultato lo deve ottenere solo attraverso il gioco, che è poi la strada migliore. Alla lunga il bel gioco paga e noi dobbiamo continuare sulla nostra strada. Le designazioni arbitrali? Gli errori ci stanno e per noi quello di Palermo è stato un errore pesante, ma finisce qua, non c’è altro da dire. Se poi parla Foschi mi viene da ridere, se la predica viene da lui arriva da un pulpito che conosciamo, ma non ne voglio parlare. Per domani non farò turn over in vista del Celtic, c’è sì qualche giocatore che non ha recuperato e non giocherà, ma pensiamo solo alla partita di domani anche se ci sono giocatori che hanno tirato molto ed è importante riposare. Pirlo e riposo? No”.

Gli altri temi toccati da Carlo Ancelotti: “Un anno fa eravamo in difficoltà per gli infortuni e sotto l’aspetto fisico, quest’anno invece stiamo crescendo sul piano fisico, di simile ci sono solo i risultati, non il resto. Si gioca molto, è vero, ma le partite danno competizione. L’importante è valutare il recupero fra una partita e l’altra. Ronaldo? Ha cominciato a correre, ha iniziato la preparazione, è fermo dal 31 luglio, adesso sta facendo terapie e preparazione. Lasciatemi però fare tanti auguri di buon compleanno al nostro presidente a cui speriamo di regalare domani una bellissima partita e una bellissima vittoria”.

La partenza di quest’anno: “Pensavamo di avere qualche punto in più, la spiegazione di sei punti in cinque partite è difficile da trovare, perchè abbiamo fatto partite altalenanti forse ma non brutte, anzi veniamo da buone partite e la squadra sta crescendo. La squadra è diversa, è molto più positiva rispetto all’anno scorso. Gilardino domani dal primo minuto? Può essere ma non è detto”.

Guardare Avantiultima modifica: 2007-09-29T20:15:11+00:00da m4nt0
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Guardare Avanti

Lascia un commento