Tifosi uniti nel nome di Puerta

fa2ab374b68e1d3506c3bc77af1b4c6c.jpgSul tetto d’Europa e pure su quello del mondo, anche se la notte non è adatta alle feste. Il Milan conquista il suo diciassettesimo trofeo: soltanto gli argentini del Boca Juniors hanno vinto tanto. In dicembre, a Tokio, nel Mondiale per club, si deciderà chi è il migliore.

Tutti i giocatori, sotto il numero di maglia, hanno scritto: Puerta. Lo hanno deciso quelli del Siviglia e quelli del Milan: assieme, uniti, d’accordo sull’omaggio a un ragazzo che era già un campione e tutti vogliono immaginarselo ancora a correre su e giù per la fascia sinistra.

31e5b67d43ac1f9d52adcfd385142fa3.jpgNell’intervallo, con il Siviglia in vantaggio per 1-0, dalla curva rossonera escono tre ultrà che  tengono in mano uno striscione. Parlano con gli addetti dell’Uefa, chiedono il permesso di avvicinarsi al settore  spagnolo e quando sono proprio sotto la curva andalusa stendono le loro parole di commozione: «Onore a Puerta». Che poi sia il trofeo numero 17 nella bacheca del Milan, di fronte a tanta emozione, diventa un fatto secondario. Tanto che Gattuso chiude la serata con un commento significativo: “Se una cosa del genere fosse successa a noi del Milan, non avremmo mai giocato”.

Tifosi uniti nel nome di Puertaultima modifica: 2007-09-01T11:18:49+00:00da m4nt0
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento