Auguri Adriano

7730d32f9f2b2d245f64b6caaeb8b6df.jpgLe candeline che vengono spente oggi si portano via anche le amarezze del 30 luglio 2006. E’ un compleanno che vale doppio. Chi mette al primo posto del proprio umore e dei propri pensieri sempre, solo e comunque il Milan non poteva festeggiare un anno fa. Il 30 luglio 2006 mancava ancora l’ultimo sigillo Uefa alla catena di un’estate ingiusta, con tutto il codazzo di cattiverie che si erano affastellate l’una sull’altra dalla prima decade di maggio in poi e che facevano sentire ancora il loro peso.

Oggi, no. Buon compleanno, caro Galliani. Sentito, amichevole, rossonero e soprattutto meritato. Per tutti gli altri giorni dell’anno è lui a pensare, di giorno e di notte, a come fare sempre più grande il Milan. Oggi è giusto che sia lui il destinatario, e non il generatore, di tanti pensieri milanisti. Il 30 luglio 2007 è qualcosa di diverso. Qualcosa di più. Nel calcio ci sta tutto e bisogna farsi una ragione di tutto. Ma l’amministratore delegato milanista del Milan si nutre di emozioni positive più che di quelle negative.

E’ vero che l’estate 2006 è stata pesante e la risalita sofferta, ma oggi nel giorno del suo compleanno Adriano Galliani ricorda altri momenti. Altre situazioni. Bruxelles, ad esempio, quando capisce che il gol di Kakà qualificherà il Milan fra le prime sedici d’Europa riportandolo al suo posto e prende per mano alla fine della partita suo figlio Gianluca. Monaco di Baviera, quando il fischio finale del match lo immortala in una espressione beata. Atene, quando il destino del calcio si manifesta in tutta la sua giustizia.

Adriano Gallliani fa e vive il Milan ogni giorno con amore. Ed è disposto ora e sempre a fare qualsiasi cosa per il Milan. Qualsiasi cosa. Senza perdere mai il filo del discorso, del gruppo, quella patina familiare che ispira con convinzione e di cui la squadra si alimenta. Già, la squadra. Al termine di Milan-Manchester, la partita perfetta, all’uscita da S.Siro, il virgolettato del festeggiato di oggi era stato: “Capito perchè li tengo sempre tutti fino alla fine? Perchè poi ci regalano imprese del genere”. E oggi sono loro, i campioni d’Europa, i primi a fargli gli auguri.

Auguri Adrianoultima modifica: 2007-07-30T12:44:30+00:00da m4nt0
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Auguri Adriano

Lascia un commento